DCIM100GOPROG0114429.

Di alcune rimane davvero poco, altre ancora sono belle tanto quanto lo erano in passato. Villaputzu è una meta ideale per gli amanti delle chiese medievali: ha da offrirne almeno due, tutte da visitare e fotografare.
La chiesa di San Nicola
E’ certamente una delle più conosciute e ammirate. Sembra che sia stata costruita fra il primo e il secondo decennio del XIII secolo e tutta la elegante semplicità di questa piccola chiesa la dobbiamo ai Pisani. Non solo la struttura è elegante, ma anche la location nella quale si è scelto di posizionarla molti secoli fa contribuisce ad aumentarne il fascino: si trova ai piedi del Monte del Castello di Quirra, in un contesto ambientale ricco e squisitamente mediterraneo.
A renderla tanto speciale il fatto che ad oggi la chiesa di San Nicola è l’unico esempio sull’isola di costruzione romanicain mattoni rossi. E’ la linearità a farla da padrone: dotata di una sola navata il suo aspetto è ordinato e regolare. La pianta è rettangolare ed è facilmente visibile l’abside a pianta semicircolare.
All’ingresso è possibile ammirare un portale a tutto sesto e un campanile a vela i cui colori sono enfatizzati dal cielo brillante di Sardegna. All’interno della chiesa la luminosità arriva dalle due finestrelle monofore che si trovano ai lati e nell’abside.
Visitare la chiesa di San Nicola è un’esperienza rilassante, ottima occasione per ammirare anche il Monte e i resti del Castello di Quirra.

DCIM100GOPROG0254496.
Chiesa di Santa Brigida
Si trova nel centro abitato di Villaputzu e secondo gli storici è stata edificata nel XVI secolo: lo stile costruttivo è uno squisito Gotico Aragonese tutto da ammirare. La pianta della chiesa è rettangolare, la navata unica con vani laterali dedicati alle tre cappelle.
Da notare l’altare in muratura, unico elemento d’arredo che ha resistito allo stato di abbandono cui versa la chiesa.
Chiesa di San Giorgio
Costruita probabilmente durante il medesimo periodo anche la Chiesa di San Giorgio si trova nel centro di Villaputzu. Sembra però che l’edificio che oggi mostra chiari segni dello stile tardo gotico, sia stato impiantato su una struttura precedente, costruita probabilmente ad opera dei Genovesi durante il XII secolo. Purtroppo a causa di un cedimento strutturale la chiesa è di recente crollata. Un vero peccato visto che interamente realizzata in cotto, con tre ampie navate separati da archi che poggiavano su capitelli in stile romanico, probabilmente provenienti da qualche più antico edificio.
Le chiese antiche
Un tempo sul territorio di Villaputzu erano presenti molte altre strutture religiose. Possiamo ricordare ad esempio la chiesa campestre di San Michele, di Sant’Elena, di Santa Maria su Claru e di San Pietro. Di queste oggi rimane solo il ricordo e qualche rovina che ha comunque consentito agli studiosi di risalire alle strutture originarie. Dettagli architettonici in stile bizantino fanno immaginare la vivacità culturale che la zona ha avuto sin da epoca antica.

DCIM100GOPROG0104380.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page